lunedì 6 settembre 2010

Bernanke insists: “Lehman could not be saved”







Ben Bernanke, il Governatore della Federal Reserve - soprannominato “The Helicopter Man” per i suoi studi sulle crisi del passato che in casi estremi avrebbero dovuto prevedere la forte espansione di base monetaria (provocatoriamente lanciata dagli elicotteri della FED) – nella sua testimonianza del 2 settembre davanti alla Financial Crisis Inquiry Commission ha ribadito la sua posizione: Lehman non poteva essere salvata.
I regret not being straightforward there (precedent Testimony, 2008, ndr) because clearly it has supported the mistaken impression that in fact we could have done something”. Se ne deduce che, al contrario di AIG – “The group’s insurance business was valuable enough to secure loans to bail out its troubled financial products division" – Lehman aveva esaurito il capitale. Cosa che il mercato aveva espresso con molta chiarezza con largo anticipo. I prezzi dei CDS nell’agosto 2008 esprimevano con lungimiranza quello che sarebbe successo. Ribadiamo, supportati dall’autorevolezza di Mr Bernanke, che Richard Fuld - CEO di Lehman Brothers - è stato un pessimo manager, arrogante, grande distruttore di valore. E dopo la sua ultima testimonianza possiamo dire con Borges: “E’ un povero con dei soldi (degli altri")”.

2 commenti:

  1. Alessandro Balsotti06 set 2010, 17:41:00

    Balle (quelle di helicopter Ben). Aver salvato AIG e non Lehman (tre giorni prima) è stato solo la consuguenza di un susseguirsi entropico di eventi di cui nessuno aveva controllo o un piano. Le principali cause si possono ex-post ricostruire
    1) nella forte pressione politica a cui Fed-Tesoro (Bernanke-Geithner-Paulson) erano sottoposti per non ripetere con Lehman una situazione stile Bear (salvataggio del settore privato con forti garanzie statali = soldi dei contribuenti)
    2) l'inatteso veto all'ultimo minuto del governo inglese ad una operazione Barclays-Lehman già molto avanzata

    nei giorni successivi, il panico sui mercati è stato gigantesco, tale che la pressione politica contraria a un bail-out poteva essere affrontata e sopraffatta... di qui il bailout di AIG

    RispondiElimina
  2. A mio modo di vedere, ritengo che nessuno possa certificare che Lehman dovesse / o non dovesse essere salvata: ci saranno sempre ragioni a favore di una tesi o dell'altra, mentre è certo che la strategia aziendale di Lehman abbia contribuito ad affossare il sistema etico-finanziario.
    Piuttosto mi porrei la domanda se nei ruoli decisionali ci fossero persone all'altezza e/o con le competenze idonee per gestire un "crisis" di questa entità...

    RispondiElimina